Bussola di navigazione: Home

Home

Vai a pagina => 1 2 3

 

La Soffitta N.ro 76 - 77 SETT. - DIC. 2017

  VAI AL NOTIZIARIO

 Cari Amici,
Ricorrente ormai l' accorpamento dei due notiziari del secondo semestre cui ho dovuto ancora una volta ricorrere perché impegni sopravvenuti familiari e necessità di non più rimandare quelli sanitari, tra cui diagnostica annuale, già più volte rimandati mi hanno imposto di rimettermi in carreggiata. Avrei potuto riuscire ad assemblare un notiziario con minicedolista da inviare a inizi ottobre ma si sarebbe poi prodotto un accavallamento con il notiziario “natalizio”  e comunque da  rimandare al nuovo anno  il progetto, di cui avevo accennato nel precedente notiziario, che,  in stadio avanzato grazie alla disponibilità del socio P. Borrelli, necessità di limature per la conseguente pratica realizzazione. Di conseguenza mi è apparsa più giusta soluzione il doppio notiziario.
Mi scuso per il contrattempo ma  “l' anni-te” come benevolmente l' Amico Simoncini chiama la vecchiaia, al contrario dei venditori non fa sconti per cui sono certo che perdonerete il ritardo.
Corposo comunque per contenuti  peraltro non rimaneggiamenti di precedenti pubblicazioni, come spesso si ritrova nelle riviste specializzate e notiziari sociali, ma innovativi anche perché provenienti da “penne” collezionistiche che si prefiggono il solo obiettivo di proporre  e condividere.
I soci che desiderano pubblicare nel prossimo notiziario sono pregati comunque d' inviare  i propri scritti comunque non oltre le festività perché mi dedicherò ad assemblare il 1° notiziario del prossimo anno subito dopo tale periodo così da potere inviare con qualche anticipo rispetto al consueto periodo (Marzo).
Seppure con anticipo un sincero AUGURIO di BUON NATALE e FELICE ANNO NUOVO unitamente a tutti i vostri Cari.

CEDOLISTA SETT. - DIC. 2017

Cari Amici,
mi corre l' obbligo di ringraziare due soci che avendo deciso di ridurre i propri interessi collezionistici anche per ragioni di età hanno optato per la cessione ad altri collezionisti attraverso la nostra modesta associazione invece che circuiti commerciali. Grazie a loro l' ultima cedolista  di  questo  2017 ormai  al tramonto vi propone non un  numero  consistente di lotti ma tutti di buon livello e, soprattutto,  oggettivamente non comuni  e significativi  perché  documentano  realtà postali e/o storiche importanti per il collezionista che non si limita ad  incasellare figurine in predisposti album.
Continuo a sentire le lamentele dei commercianti  per la stagnazione del mercato, per il declino del collezionismo, e via su questa strada mentre mi rendo conto che nelle aste il materiale significativo trova acquirenti e a volte anche a costi che mi sorprendono. Ergo occorre prendere atto che è in corso una evoluzione tendente ad un collezionismo meno inquinato in cui paccottiglia e speculazione trovano sempre minor spazio. Aggiungo che anche il catalogo  Sassone  registra tale tendenza dal momento che le quotazioni per i comparti  artificiosamente presentati, nonostante presenti in quantità stratosferiche, come di futura continua rivalutazione sulla base di una artificiosa richiesta collezionistica sono da tempo restate benevolmente (perché occorrerebbe ridurre e non di poco) ferme mentre  i settori oggettivamente di scarsa reperibilità come colonie-occupazioni-uffici registrano incrementi.
A tutti l' augurio di trovare oggetti che possano ampliare gli orizzonti delle proprie collezioni.

varietà e Varietà....un equivoco da chiarire di C. Criscuolo

Ancora una volta mi è stato fatto notare che da quel che scrivo risalta una mia naturale avversione alle “varietà” per cui opportuno che chiarisca  il mio pensiero sull’ argomento. Non sono contrario tendenzialmente o per preconcetto alle “Varietà” che, anzi, considero il sale di una collezione filatelica perché documentano un errore nella procedimento di realizzazione.................

 

vai all'articolo 

JOE PETROSINO di A. Caminiti

Il poliziotto italo - americano Joe Petrosino fu una delle prime vittime illustri della Mafia, questo antico cancro che corrode la Sicilia, la rende invisa nell’immaginario nazionale e mondiale quale terra di prepotenti boss che ne influenzano vita sociale, sviluppo economico e sbocco politico. Le avventurose vicende del citato poliziotto hanno sempre destato l’interesse del pubblico statunitense ed italiano, tanto che l’attore Leonardo Di Caprio ha recentemente interpretato la figura di questo detective ormai diventato un mito anche dopo 108 anni dalla sua morte.

VALUTAZIONE per “SINGOLI ISOLATI” di C. Criscuolo

Alcuni amici tra quanti seguono i miei articoletti sui “singoli isolati” mi hanno fatto da tempo notare che non ho mai scritto una riga in quanto a valutazione. Per la verità da sempre mi  tengo lontano dall’ esprimere valutazioni e, soprattutto, quotazioni mercantili sia perché non ho competenze settoriali sia perché convinto che occorrerebbe innanzitutto stabilire una scaletta in ordine ai diversi oggetti postali perché indiscutibilmente un “saggio medicinali” è meno comune di una “lettera 1°”.  ...............................

Rubrica a cura del socio  P. Borrelli che propone  all' attenzione del lettore problemi postali la cui soluzione sarà pubblicata nel notiziario seguente. 

VAI AL ROMPICAPO

PERIODI TARIFFARI di C. Criscuolo

Uno dei parametri essenziali da tenere presente per una corretta valutazione delle affrancature è la durata del periodo tariffario perché logica vuole che una tariffa  in uso per breve tempo debba considerarsi di maggior pregio della  corrispondente utilizzata per un tempo più lungo. Documentare un periodo tariffario rappresenta un esercizio interessante che peraltro può condurre a piacevoli scoperte come affrancature che a prima vista .....

PUBBLICITÀ E STORIA POSTALE di V. de Martino - V. Panchenko

Una delle ragioni che rendono infrequente l’ utilizzo dei francobolli, specialmente se commemorativi, sulla posta spedita tra privati, è stata individuata nella riduzione di questa determinata sia da una modifica delle manifestazioni di socialità nell’ ambito della nostra società, sia dalla moltiplicazione dei mezzi di espressione della stessa oggi costituiti da strumenti alternativi alla spedizione di materiali cartacei affrancati. Gli auguri, le condoglianze, le manifestazioni di ricordo amicale…., benché queste ultime siano prive del requisito della stabilità dei contenuti e nel tempo,  che non alle missive ed alle cartoline, ai telegrammi ed agli oggetti postali.

continua

SICILIA A.M.G. : AVVISO DI RICEVIMENTO di R. Forloni

  Mai comuni gli AA.RR. in Sicilia durante l’ occupazione alleata ma è la tipologia del modulo che non conoscevo che mi è apparsa di particolare interesse. Difatti non è predisposto, come di consueto, lo spazio riservato al francobollo. Sembrerebbe del tipo riservato agli Atti Giudiziari e il mittente, ufficiale giudiziario 

continua

LO STATO SERBO nella 2^ guerra mondiale 1941 – 1944 di V. de Martino

A seguito dell’ occupazione da parte dell’ Asse nell’Aprile del 1941 del regno di Iugoslavia fu formato un uno Stato serbo di fatto sotto il comando tedesco, ufficialmente guidato dal generale Milan Nedic che presiedeva un GOVERNO DI SALVEZZA NAZIONALE (Vlada Nacionalnog Spasa) in nome del re Petar II assente e non consenziente.  Comprendeva la parte centrale della Serbia, la zona nord del Kossovo e la regione autonoma del Banato.

continua

 




Filatelia e storia postale - Powered by Konomedia